MAC OS X Snow Leopard in anteprima

Pubblicato: luglio 2, 2009 in OS X Leopard
Tag:,

2569944740_7956dc512f

Nel pomeriggio del 9 Giugno 2009, Apple ha presentato la nuova major release di Mac OS X. Apple ha anche creato un’apposita sezione del proprio sito per presentare il nuovo sistema. Snow Leopard sarà un upgrade meno ricco di nuove features, poiché Apple si è esplicitamente impegnata a migliorare quello che già c’era. Come si legge nel comunicato stampa “più che essere incentrato sull’implementazione di nuove features, Snow Leopard migliorerà le performance di Mac OS X, imporrà un nuovo standard di qualità e getterà le fondamenta per la futura innovazione di OS X”. Bertrand Serlet, il Senior Vice President della divisione Software Engineering, che ha presentato in anteprima Snow Leopard agli sviluppatori ha riassunto così: “nel nostro sforzo continuo per garantire la miglior user-experience, abbiamo premuto il bottone pausa per le nuove features per concentrarci sul perfezionamento del sistema operativo più avanzato del mondo.”

Oggi i Mac supportano fino a 32GB di memoria fisica, ma le applicazioni a 32 bit possono gestire solo 4GB di RAM alla volta. Grazie all’elaborazione a 64 bit infrange questa barriera consentendo ai programmi di gestire 16 exabyte di memoria teorici, cioè 16 miliardi di gigabyte. Con questo salto in avanti tutti gli utenti possono sfruttarne la potenza per velocizzare ogni cosa: dalle applicazioni di tutti i giorni ai calcoli scientifici più elaborati. Ora Mac OS X è più veloce, sicuro e pronto per il futuro.

In passato i costruttori di chip per computer miglioravano le prestazioni aumentando la velocità di clock del processore. Ma così si genera più calore e si utilizza più energia, un effetto negativo per i computer e in particolare per i notebook. Perciò il settore è passato ai chip con più core di elaborazione, che incrementano le performance ma consumano meno. Oggi tutti i Mac hanno almeno un processore Intel multicore. La tecnologia Grand Central Dispatch ne trae pieno vantaggio trasformando Mac OS X in un sistema in grado di sfruttare il multicore a ogni livello e ottimizzandolo per l’assegnazione di task a più core e processori. Inoltre semplifica lo sviluppo di programmi pensati per sfruttare fino all’ultimo bit la potenza dei computer multicore.

I moderni processori grafici con velocità superiori al trilione di operazioni al secondo sanno fare molto più che disegnare semplici immagini. Grazie alla tecnologia OpenCL in Snow Leopard, gli sviluppatori potranno sfruttare appieno questa potenza computazionale e utilizzarla per tutte le applicazioni.

Con Snow Leopard è stato presentato anche QuickTime X, una grande innovazione che fa progredire gli attuali standard internet e multimediali: è un player completamente rinnovato, offre un supporto ottimizzato per i codec più recenti e consente una riproduzione più efficiente. E’ davvero l’ideale per tutte le applicazioni con contenuti multimediali.

Mac OS X Snow Leopard include infine anche il supporto nativo per Microsoft Exchange Server, cosa che non hanno nemmeno i PC Windows. In questo modo potremo usare il Mac, con tutte le funzioni e applicazioni, a casa e in ufficio tenendo messaggi, appuntamenti e contatti tutti in un posto solo.

Il nuovo Mac OS X Snow Leopard vedrà la luce fra circa un anno, e sicuramente ci rivelerà moltissime novità e un esperienza unica con il nostro Mac.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...